Tinber - Art Gallery Pragelato

A+ R A-

Claudio Malacarne

Malacarne

Claudio Malacarne  nasce nel 1956. Vive e lavora a Soave Mantovano. Pittore, ma soprattutto si dedica al disegno, per il quale fin dagli inizi appare nutrire una dedizione particolare, come se fosse il suo modo di possedere la realtà, una sua “urgenza esistenziale”. Dagli anni ’80 si nota nei suoi dipinti la lezione post-impressionista con un uso del colore da “plein lumieére”.

Daniele Fissore

DanieleFessore E’ nato nel 1947 a Savigliano (Cuneo). Inizia come autodidatta la sua carriera artistica, che dura ormai da oltre trentacinque anni. Dopo studi classici frequenta per breve periodo l'Accademia di Belle Arti a Torino (1968), quindi lascia per qualche anno la pittura per dedicarsi all'approfondimento delle tecniche del disegno.

 

 

 

Dino Damiani

Nato a Grignasco (NO),a quindici anni entra come apprendista scultore nella bottega di un artigiano mobiliere: vi rimase quattro anni, imparando i rudimenti del mestiere. Contemporaneamente frequentò per cinque anni la scuola d’arte varallese, la storica Scuola Barolo, dapprima sotto la guida dello scultore Arturo Farinoni, poi del Maestro Lino Tosi. Qualche anno più tardi conobbe lo scultore Peppino Sacchi e per due anni frequentò il suo studio ad Auzate Gozzano (NO). Avendo alle spalle una ormai solida preparazione ed una tecnica che era andata affinandosi, nel 1996 partecipa al suo primo simposio di scultura a Cellio (VC). Seguirono estemporanee e concorsi.Nell’ultimo periodo, attraverso una ricerca costante dell’essenzialità e dell’armonia delle forme in movimento, ha scoperto i Nuotatori, forme e volumi sospesi in uno spazio più leggero dell’acqua. Queste sculture di legno chiaro nascono da uno studio attento dell’anatomia che Dino supera in modo assolutamente personale, creando figure che paiono nuotare attraverso il tempo.

Elena Piacentini

Piacentini Nata a Torino, vive e lavora a Vinovo(To), dopo gli studi superiori classici , si diploma all'Accademia Albertina di Belle Arti di Torino. Nel 1992 partecipa al progetto di rinnovo urbanistico di Rivoli con gli artisti Antonio Carena e Claudio Giacone, in seguito esegue lavori di “trompe l’oeil” e di restauro in palazzi storici e abitazioni private di Torino, Beaulieu (Francia), Toscana, Liguria. Dal 2003 afffina la tecnica dell'acquerello e dell'incisione, intensificando l'attività espositiva. L'opera di Elena Piacentini è legata al trasporto emotivo che la difficile tecnica dell' acquerello sa emanare. All'interno delle opere traspare una realtà silente, contrapposta ad una irrazionalità che denota una voglia di creare realtà nuove e intriganti.

Emilio Calliero

EmilioCallieroNasce a Saluzzo nel 45', vive e lavora a Torino
Figlio d’arte ha trovato nella lavorazione del legno la tecnica che gli è maggiormente congeniale peresprimere stile, eleganza e gusto. Con le sue immagini pulite in bianco e nero, con i suo ilavori in legno dalle tonalità differenti, reinventa personaggi ed architetture, estrapolando dal reale l’essenza, proponendola al pubblico con linguaggi semplici, sintetici e, per questo, estremamente suggestivi.

 

 

 

Enrico Challier

EnricoChallier"Mi chiamo Enrico Challier sono nato nel 1974 e sono uno scultore. Lavoro in un laboratorio costruito in un vecchio fienile, ai margini di un bosco, vicino agli alberi dai quali traggo il materiale per le mie opere. Scolpisco sculture di varie forme e dimensioni, cercando sempre di interpretare il legno, assecondandone le linee e le volontà per creare bellezza. Considero la scultura, e l'arte in genere, un linguaggio privilegiato in grado di rendere migliore il mondo e per questo scopo mi impegno con tutta la passione possbile. Senza mai dimenticare che, se ci permettiamo di creare, siamo responsabili di quello che creiamo."

 

 

Enrico Prelato

Enrico Prelato, artista da sempre appassionato della pittura estemporanea, nasce a Torino nel 1964, vive e lavora a Vinovo (To); la sua formazione autoditatta è legata al grande inpegno ed alla curiosità di scoprire i segreti della pittura, confrontandosi con altri artisti, interessati alla natura e all'ambiente circostante, ottenendo con il tempo risultati cromatici sorprendenti.

Nella pennellata di Prelato, possiamo intravvedere riferimenti all'impressionismo di Monet per quanto riguarda l'accostamento dei colori e all'espressionismo di Matisse per la scomposizione formale. Questa simbiosi stilistica e pittorica fa di Prelato una novità nel campo pittorico dove l'immediatezza e la vivacità cromatica costruiscono il paesaggio e lo fanno vivere con tratti, linee, colori in una totale libertà controllata.

Enzo Bellini

EnzoBellini

Nasce a S. Sofia (Forlì) il 9 settembre 1932. Inizia giovanissimo, sotto la guida del pittore locale Innocente Biserni, ad accostarsi al mondo dell’arte. Diciannovenne, frequenta per un periodo di circa due anni, a Torino, lo studio dei pittori Aloisi e De Cavero, e oltre alle norme accademiche di pittura e incisione, apprende nozioni di disegno pubblicitario e illustrazione. Negli anni sessanta decide di trasferirsi a Milano.

Erling Valtyrson

ErlingValtyrsonBorn 1955 in Ålesund, Norway Erling Valtyrson work of art is mainly in the old graphic mezzotint methode. Mezzotint was invented in the middle of the seventeenth century. The name Mezzotint comes from the Italian words “mezza tinta” which means “halftone”.

Fausto Ghiglia

Ghiglia

Vive e lavora a Pinerolo.
La sua arte è azione, energia sia mentale che fisica. L’esperienza gestuale lo ha portato alla ricerca della materia verso una dimensione visiva totalizzante, nella consapevolezza che l’arte moderna sia una forma di liberazione dal malessere che è nell’uomo contemporaneo. Si intravvede la figura, che viene manipolata e portata all’astrazione, mantenendo colori vivaci e brillanti.

Francesco Barberis

Francesco Barberis nasce a Castigliole d’Asti nel 1925 e ci lascia nel 2005 nella sua città, Piossasco (To), dove viveva e lavorava.

La ricerca figurativa di questo artista denota una conoscenza della geometria descrittiva usata per realizzare soggetti dove la fantasia emerge; sovrappone elementi architettonici, oggetti di natura morta, definendo correttamente gli spazi. La cosa interessante ed enigmatica sta nell’uso del colore freddo (tonalità di blu) in tutte le sue gradazioni cromatiche creando un’atmosfera misteriosa, fredda ma attraente dove i giochi di luce sono distribuiti in modo scientifico, lasciando sempre all’armonia e all’equilibrio la base di tutto il percorso artistico.

Pagina 2 di 7

artisti

Pittrice Torinese, conferma in quest...

Ines Daniela Bertolino

Pittore di Almese (To), realizza op...

Ivo Bonino

Nasce a Torino nel 1928 ma, come i f...

Italo Gilardi

eventi

There are no events at this time

 


TINBER - Art Gallery @ Pragelato - Tel. 0122 78461 - via Albergian n. 20 Souchères Hautes – Pragelato (Centro Storico) TO